Alfa, una valigia di creatività che parte da Genova (e ci torna)

Andrea De Filippi, in arte Alfa, è un giovane cantautore genovese. Prima di essere un cantautore è un ragazzo con gli occhi pieni di curiosità e il cuore bramoso di condivisione.
Ultimo tour sold out, 149 milioni di stream totali su Spotify, oltre 50 milioni di views su Youtube, un doppio disco di platino, quattro dischi d’oro. Sono numeri che impressionano se si pensa che Alfa ha 20 anni.

Ciò che ci cattura di lui però è altro. Ciò che ci cattura è il fatto che pensi di parlare con lui di musica e, mentre lo ascolti, ti rendi conto che stai parlando di amore: quello fatto di curiosità sempre viva, di viscerale desiderio di condivisione; quello fatto di trasparenza.

Gli abbiamo fatto qualche domanda. Avremmo voluto fargliene molte di più (…ma ci ritroveremo presto, caro Andrea!).

MM: Ciao Andrea, innanzitutto grazie per il tempo che ci stai dedicando.
Stiamo ascoltando “Sul Più bello” da qualche giorno ormai e non riusciamo a smettere. Il gruppo della nostra redazione è eterogeneo sia in termini di sesso che di età. Come ti spieghi il tuo riuscire a raggiungere un pubblico così ampio?  A: Ahahhaha grazie mille. Nelle mie canzoni parlo sempre di me, di quello che penso, di quello che voglio diventare e di tutto ciò che mi circonda, sono davvero contento che così tante persone possano immedesimarsi in ciò che scrivo. Credo che il segreto di ciò sia la sincerità, ci sono artisti che scrivono testi in ottica di piacere alle persone, ma scrivere ciò che il pubblico vuole sentire non fa per me. In ogni caso se ascolti una mia canzone e pensi “anche io” per me non c’è vittoria più grande.

MM: Il viaggio, come esperienza di crescita, è indubbiamente una delle tue grandi fonti di ispirazione. Il fatto che tu sia di Genova, città di navigatori per eccellenza, ha in qualche modo influito sul tuo modo di vivere il viaggio?
A
: Assolutamente si. Genova è una città in cui si respira musica, piena di colori e che ti spinge ad essere curioso, nonostante lo stereotipo del genovese sia quello di una persona chiusa e disinteressata. Genova è casa mia, ho scritto quasi tutte le mie canzoni lì e stare lontano dal mare per qualche settimana incide negativamente sul mio umore. Insomma è bellissimo viaggiare, ma alla fine bisogna sempre tornare a casa e raccontare alle persone che ami che cosa hai visto.

MM: I tuoi video sono tra i più creativi in Italia. “Cin Cin” è tra i primi vertical video italiani. “TesTa TrA Le NuVoLE, pT. 2” è il video musicale più lungo del mondo, con le sue 25 ore di baci raccolti con l’aiuto di TikTok attraverso più di 20 nazioni. Abbiamo l’impressione che, nonostante questi record, l’idea è di base è sempre molto semplice. È la semplicità che si unisce all’innegabile creatività la chiave di questa originalità?
A: Certo, a vincere in un progetto è l’idea di fondo, e più l’idea è immediata e naturale più è forte. La semplicità dei nostri video nasce dal fatto che all’inizio non avevamo nessun budget (in effetti un po’ genovesi lo siamo), così per creare qualcosa di bello e nuovo abbiamo utilizzato tutti i pochi mezzi che avevamo a disposizione. Il videoclip di “Testa tra le nuvole pt 1” ci è costato 1.99 euro, “Cin Cin” l’abbiamo girato con la registrazione schermo dell’iphone, senza telecamere perché non ne avevamo una.

MM: I live in questo periodo sono praticamente tutti fermi. Se potessi però immaginare la location della prima data del tuo prossimo tour a cosa penseresti? Pensa pure in grande.
A: Mi piacerebbe suonare al forum di Assago, ogni volta che vado a Milano in macchina uscito dal casello lo fisso a bocca aperta. Prima o poi magari, mai dire mai…

MM: L’amore è il carburante delle storie che racconti. Come ti fa sentire l’idea che le tue parole possano essere conforto, lacrime, sorrisi, ritornelli cantati a squarciagola da soli, per persone che probabilmente non conoscerai mai? 
A: In realtà molto bene, non la vivo come una responsabilità, anzi mi fa molto piacere conoscere le storie di chi mi ascolta nei messaggi di Instagram o per strada. Spesso capita che le persone si aprano con me perché si sentono capite, io cerco di dar loro una mano per quel che posso.

Alfa ha da poco pubblicato il video del nuovo singolo “Sul Più Bello“, girato da Nicholas Baldini nella stupenda cornice della Reggia di Venaria (Torino).

(intervista di Francesca Paderi per Metropolitan Magazine)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s